Perché i pannolini lavabili manderanno in pensione i pannolini usa e getta

Mamme e bambini
15 luglio 2016
di Paola Adrisani

Vi siete mai chiesti perché sempre più famiglie stanno utilizzando i pannolini lavabili, abbandonando definitivamente i pannolini usa e getta che ogni giorno sono a contatto con i culetti dei nostri bimbi? Alla base di questa scelta vi sono sicuramente motivi ecologici ed economici ma anche benefici legati alla salute dei nostri bambini.

Scopriamo come sono fatti veramente i pannolini usa e getta, quanto ci costano complessivamente e perché dovremmo sostituirli subito con i pannolini lavabili.

Come sono fatti pannolini usa e getta e come vengono trattati

Fin dalle fasi iniziali della loro produzione (consumo di cellulosa, consumo di acqua ed energia e utilizzo di sbiancanti chimici e materie plastiche per la produzione), i pannolini tradizionali sprecano risorse e inquinano l'ambiente: dovete sapere che occorre una quantità di cellulosa pari a circa 10 grandi alberi per produrre pannolini usa e getta per un solo bambino (dalla nascita allo “spannolinamento”).

Riempiti di feci e urine, i pannolini usa e getta costituiscono il 20% circa dei rifiuti nelle discariche. Ogni bambino produce all'incirca una tonnellata di questi rifiuti, molto difficili da trattare e non biodegradabili. Basti solo pensare che il tempo di decomposizione di un pannolino usa e getta varia da 200 a 500 anni. Queste tempistiche aumentano in condizioni di carenza di acqua e ossigeno, condizioni che alcuni genitori riproducono volontariamente, richiudendo ogni singolo pannolino in un sacchetto di plastica.

La degradazione di un solo pannolino usa e getta rilascia nell'ambiente sostanze chimiche nocive (tra cui sodium polyacrilate, tributyl-stagno (TBT), diossina, xylene, ethylbenzene, styrene, isopropylene) perché sono costituiti da composti sintetici con effetti tossici.   

Il sodium polyacrilate è componente dei “famosi” gel super-assorbenti e, a causa del suo forte effetto disidratante, è collegato all'insorgenza dei fastidiosi eritemi da pannolino.

La sensazione di "sederino asciutto", tanto promossa dai produttori di pannolini tradizionali, è di fatto innaturale e spesso dannosa. Il genitore che compra pannolini usa e getta spende almeno 600 euro annui, poiché un singolo bimbo consuma uno o due pacchi a settimana con una spese media non inferiore ai 10€.

Perché i pannolini lavabili manderanno in pensione quelli usa e getta

Un’alternativa sensata, ecologica ed economica ai pannolini usa e getta esiste già: l’uso dei pannolini lavabili. Utilizzare questo tipo di pannolini significa, innanzitutto, fare una scelta rispettosa dell'ambiente nel quale i nostri figli dovranno crescere e vivere: pur essendo i consumi idrici ed energetici dovuti al lavaggio dei pannolini lavabili in lavatrice di poco superiori a quelli del ciclo vitale-produttivo dei pannolini usa e getta, c’è da dire che è sempre possibile lavare i pannolini in modo ecologico, risparmiando risorse e riducendo l'emissione di anidride carbonica in atmosfera.

4 benefici dei pannolini lavabili per la salute del bambino

Ma i benefici derivanti dall’uso di pannolini lavabili al posto degli usa e getta non finisco qui. Il bambino, infatti, gode dei seguenti benefici:

  1. ha una migliore traspirazione delle zone genitali (perché a contatto solo con fibre naturali e traspiranti);
  2. evita l’esposizione a sostanze chimiche potenzialmente tossiche;
  3. mantiene la posizione ottimale per il corretto sviluppo dell'articolazione delle anche (l’ingombro del pannolino lavabile è superiore a quello dell’usa e getta);
  4. ha una migliore percezione delle sue funzioni fisiologiche.

I costi di un pannolino lavabile e del suo utilizzo

Un pannolino lavabile acquistato ha un prezzo a partire da 4 € circa (prezzo medio dei più economici prefolds), fino ai modelli con un prezzo maggiore come il pannolino pocket o il pannolino all-in-one (che arrivano a 27 € circa).

Considerando che per un utilizzo esclusivo di pannolini lavabili occorre un kit di circa 20-25 pezzi e che, ad eccezione dei pannolini a taglia unica che accompagnano il bimbo dalla nascita al vasino, occorrono almeno 2 kit completi di pannolini per taglia, la spesa-pannolini per i lavabili è dell'ordine di poche centinaia di euro. Per fare un esempio pratico, una spesa di circa 600 euro di pannolini lavabili è paragonabile a una spesa di 1900 euro per i pannolini usa e getta, sempre considerando il periodo che va dalla nascita allo spannolinamento: un risparmio di ben 1300 euro.

Pertanto, la famiglia che utilizza pannolini lavabili risparmia almeno la metà rispetto alla famiglia che acquista pannolini usa e getta nell’arco di 2-3 anni. Nel caso di utilizzo degli stessi pannolini per altri figli, inoltre, il risparmio conseguito usando pannolini lavabili aumenta proporzionalmente al numero di figli.

Infine, l'utilizzo di pannolini lavabili, insieme a raccolta differenziata, compostaggio dei rifiuti organici e altri accorgimenti per la riduzione dei rifiuti, contribuisce a ridurre il volume totale dei rifiuti, a ridurre le spese per le amministrazioni e, quindi, a ridurre le tasse per i cittadini.

Be’, cosa state aspettando ancora?

Ah, dimenticavo! I pannolini lavabili moderni sono anche fashion e alla moda. Altro che ciripà!

Paola Andrisani
Vice Presidente di Non Solo Ciripà
Responsabile della Pannolinoteca di Casa Netural

Torna all'archivio