Le proprietà e i benefici dell’olio essenziale di menta

Benessere
09 settembre 2016
di

Quando pensiamo alla menta, la prima cosa che ci viene in mente è il suo intenso profumo e la sua fresca fragranza. Questa pianta, famosa in tutto il mondo, può essere coltivata anche in casa ed è altresì possibile trovarla allo stato selvatico fra le sue tante varietà.

Originaria dell’Europa, la menta comprende numerose piante appartenenti alla sua specie: le sue capacità di incrociarsi, nel corso dei secoli, hanno fatto sì che questa pianta venisse  impiegata sin dall’antichità per scopi diversi fra loro. Soprattutto, grazie a tali caratteristiche, dalla menta otteniamo uno straordinario prodotto che possiede numerose proprietà: l’olio essenziale di menta.

Nel XVIII secolo, il chimico e medico francese Nicolò Lemery, autore di numerosi libri su pratiche ed esperimenti chimici, parlò dei benefici della menta nel suo famoso “Trattato delle droghe semplici”; in particolare, Lemery esaltò le virtù stimolanti e toniche della pianta di menta affermando, già allora, che “questa pianta, fortificando il cervello, risveglia i pensieri o la memoria."

Dopo questo breve ma dovuto riepilogo storico sulla menta, vediamo in dettaglio gli impieghi e i benefici dell’olio essenziale di menta nei campi della salute e del benessere.

Come viene utilizzato l’olio essenziale di menta

Come antibatterico

Grazie alle proprietà antibatteriche della menta, l’olio essenziale da essa ricavato viene usato per neutralizzare diversi ceppi batterici anche pericolosi: basti pensare che alcuni di questi sono responsabili di malattie come tifo e tubercolosi. L’olio essenziale di menta è efficace anche contro i batteri che causano enterocoliti e infezioni delle vie urinarie, mostrandosi molto efficace in caso di malattie da raffreddamento e influenza.

Come digestivo

L’olio essenziale di menta è un potente digestivo: se ingerito con un po’ di acqua o miele (mi raccomando, solo una goccia), esplica una potente azione digestiva. Non per niente è considerato uno dei migliori prodotti digestivi nell’aromaterapia.

Viene utilizzato molto anche da chi soffre di meteorismo, colite, diarrea e altri disturbi che interessano l'apparato digerente.

Come antistress

Inalando quest’olio essenziale, rinfreschiamo e rigeneriamo la nostra psiche: grazie alle sue proprietà, infatti, la menta viene spesso utilizzata per favorire la concentrazione (soprattutto quando vogliamo migliorare il nostro rendimento nel lavoro o nello studio). L'olio essenziale di menta viene impiegato in caso di affaticamento psichico e fisico o quando affrontiamo problemi di tipo neurovegetativo come stress, insonnia, ansia e anche depressione.

Come antinfiammatorio

Uno dei benefici della menta più apprezzati è anche la sua capacità di alleviare le infiammazioni: viene infatti impiegato per i massaggi ed è efficace anche per combattere il mal di testa. È ideale per trattare e alleviare tensioni muscolari, cervicali, dolori mestruali e distorsioni date le sue proprietà analgesiche e antireumatiche.

Come rinfrescante

La menta è un disinfettante del cavo orale e per questo motivo molte caramelle per combattere l'alitosi sono a base di menta. Le sue proprietà antisettiche, antinfiammatorie e antipruriginose consentono di trattare fastidi come foruncoli o patologie come la dermatosi.

Come antiparassitario

L’olio essenziale di menta è un potente antielmintico: viene impiegato, esternamente, per espellere parassiti nel corpo umano (come i vermi intestinali). Per le sue proprietà calmanti, inoltre, la menta viene impiegata anche per eliminare la sensazione di nausea e vomito (è molto utilizzata da chi soffre di mal d’auto o mal di mare) e come rimedio contro le punture di insetti.

Altri vantaggi dell’olio essenziale di menta

Meno diffuso ma molto apprezzato è l’utilizzo dell’olio essenziale di menta nel settore dell’estetica:  le sue proprietà tonificanti sulle fibre di collagene ed elastiniche favoriscono, infatti, la riorganizzazione e il compattamento della pelle. Per tale motivo, l’olio di menta può essere applicato sulla pelle miscelato con altri oli essenziali con caratteristiche simili (uno di questi è l’olio di patchouly, che viene utilizzato come olio da massaggio per la sua azione riparatrice del tessuto cutaneo) che contribuiscono a migliorare l’aspetto e la compattezza della nostra cute.

Precauzioni particolari e avvisi

Per l’olio essenziale di menta vale la raccomandazione indicata per tutti gli altri oli essenziali: ricordate di testarlo sempre prima dell'utilizzo (mettendo una goccia sul gomito e aspettando almeno10 minuti per capire se siete allergici o meno a questo tipo di olio).

Vediamo in quali casi l’impiego dell’olio essenziale di menta è sconsigliato all’interno o all’esterno del corpo, oltre alle principali avvertenze da seguire per il suo utilizzo.

L’uso interno ed esterno al corpo viene sempre sconsigliato:

  • in assenza di parere di un medico;
  • alle donne in gravidanza o in allattamento;
  • ai bambini al di sotto dei 6 anni.

Come ogni olio essenziale, anche quello di menta va tenuto lontano dalla portata dei bambini e lontano dagli occhi. Ricordate, inoltre, di non inserire mai le gocce di olio di menta nelle cavità (naso, orecchi, mucose ano-genitali).

Conclusioni

L’olio essenziale di menta, come tutti gli oli essenziali, si rivela un alleato fidato per la nostra salute e il benessere quotidiano, a condizione di utilizzarlo con metodo: per questo motivo, io sono sempre a vostra disposizione per chiarimenti e risposte alle vostre domande sull’utilizzo dell’olio di menta e di qualsiasi altro olio essenziale.

Inviatemi un’e-mail a paola@lapharma.it o un messaggio sulla pagina Facebook di Lapharma: la risposta è rapida e assicurata.

Torna all'archivio