L’alimentazione corretta per prevenire le malattie invernali

Influenza
30 settembre 2016
di

Con l’arrivo delle stagioni fredde, molti di noi devono fare i conti con malanni tipici di autunno e inverno: influenza, raffreddore, mal di gola. Uno stile di vita adeguato è senza dubbio l’approccio migliore per prevenire l’influenza (e tante altre patologie) ed evitare le tipiche malattie invernali. Inoltre, la necessità di sostenere il sistema immunitario, deve stimolarci ancora di più ad avere un’alimentazione e uno stile di vita corretto.

Qualche consiglio per prevenire l’influenza

Come sapete, l’influenza è una malattia infettiva e i suoi sintomi sono subito riconoscibili: malessere generale accompagnato da febbre, mal di testa, dolori alle ossa e ai muscoli, problemi alle vie respiratorie, tosse.

La prevenzione di influenza e raffreddore parte necessariamente da un sistema immunitario efficace, che va sostenuto attraverso la corretta alimentazione e uno stile di vita adeguato, evitando atteggiamenti nocivi per il nostro organismo (consumo eccessivo di fumo, alcol, cibi grassi, sedentarietà).

Prevenire le malattie invernali con l'alimentazione corretta

L’alimentazione è uno degli aspetti fondamentali per la nostra salute e per le nostre difese immunitarie. Una dieta sana e corretta può davvero fare la differenza nella prevenzione delle malattie invernali e non solo.

Innanzitutto, per l’organismo è importante assumere elementi nutritivi con proprietà antiossidanti, poiché permettono di difenderci con più efficacia dall’aggressione di virus e batteri, neutralizzando anche l’eccesso di radicali liberi: iniziamo, quindi, a consumare con maggior frequenza frutta e verdura (arance, pompelmi, kiwi, mele, cavolfiori, ananas, peperoni, melograni, broccoli su tutti).

Per la prevenzione delle patologie tipiche dell’inverno (soprattutto per prevenire il raffreddore), è consigliato sempre il consumo di alimenti contenenti vitamina C: non solo agrumi ma anche frutta secca come mandorle e nocciole. Necessario anche l’apporto di vitamina E (frutta e verdura dal colore giallo e arancione come cachi, carote, zucche, barbabietole rosse) e vitamina A (frutti di bosco, castagne, fichi, aglio, sedano, miglio e germe di grano).

Molto importante anche l’assunzione di acidi grassi della serie Omega (3, 6, 9), che contribuiscono alla corretta circolazione, migliorando anche le funzioni cerebrali e quelle visive ma, soprattutto, favoriscono il funzionamento del sistema immunitario.

Un altro utile consiglio è quello di mangiare frutta e verdura possibilmente crude, per evitare di impoverire tali alimenti dei loro altissimi contenuti nutritivi.

Omeopatia e prevenzione dell’influenza

Parlare della medicina omeopatica significa dover dedicare un intero sito al’argomento. Per evitare di stressarvi (anche perché lo stress è una delle cause principali dell’indebolimento del sistema immunitario), posso dirvi che l'azione dell'omeopatia sul nostro organismo è molto più simile a quella di un vaccino che a quella di un antibiotico: la somministrazione di farmaci omeopatici (come Omeogriphi Guna) per prevenire le malattie invernali, infatti, agisce con sostanze simili all'agente che produce quel tipo di patologie, per stimolare il sistema immunitario favorendo nel nostro organismo una reazione adeguata al rafforzamento delle sue difese. In tal modo, si favorisce la prevenzione e la guarigione da patologie tipiche dell’inverno.

Prevenire è sempre meglio che curare

Parafrasando un famoso spot televisivo, possiamo affermare che, anche nel caso delle patologie invernali, la prevenzione è l’arma più potente di cui disponiamo per evitare di ammalarci. Se avete bisogno di ulteriori consigli sui cibi migliori da consumare in questo periodo dell’anno e su quali farmaci assumere, non esitate a contattarmi.

Torna all'archivio