Cambio pannolino: 3 sì all’Ossido di zinco

Mamme e bambini
22 gennaio 2015
di

La maggior parte delle paste e delle creme usate per il cambio pannolino contiene ossido di zinco.
Questo ingrediente viene spesso evitato da molte mamme che temono sia troppo aggressivo e che impedisca la traspirazione della pelle creando numerosi problemi all'epidermide.

E' necessario, però, chiarire tre punti:
1. L'ossido di zinco è un ingrediente indispensabile per ridurre gli arrossamenti e le irritazioni senza dover utilizzare farmaci: grazie alle sue proprietà riesce ad assorbire l'umidità in eccesso e a mantenere la zona irritata sempre asciutta, questo fa regredire il processo infiammatorio e favorisce il ristabilirsi delle condizioni fisiologiche dell'epidermide.

2. Riesce a limitare l'insorgenza di micosi ed infezioni grazie alla blanda proprietà antimicrobica.

3. L'uso di paste per il cambio a base di ossido di zinco è consigliato in tutti i casi in cui sia presente un arrossamento o una irritazione o come prevenzione in caso di pelli particolarmente sensibili che tendono ad avere frequenti irritazioni o lacerazioni.

Tuttavia, chi preferisce evitare questo ingrediente può utilizzare creme o gel alla calendula che mantengono un'azione lenitiva dell'irritazione. In questo caso, è importante spalmare la crema fino a completo assorbimento per evitare che la parte interessata resti umida ed insorgano micosi.

Su lapharma.it trovate diverse paste e creme protettive in promozione, a base di ossido di zinco e senza parabeni, fenossietanolo nè altri conservanti considerati nocivi per la pelle delicata dei bambini.

Torna all'archivio