Coppetta mestruale: 5 buoni motivi per usarla

Benessere
26 febbraio 2015
di

La coppetta mestruale, nota anche come coppetta igienica, vede crescere anche in Italia il numero delle donne che la preferiscono ad assorbenti e tamponi.

Questo pratico prodotto, infatti, viene già utilizzato da migliaia di donne, soprattutto nel nord Europa, e il suo successo è dovuto ad alcune sue importanti caratteristiche che rendono la coppetta un prodotto unico: igiene, sicurezza, uso facile, risparmio e sostenibilità ambientale.

5 motivi per utilizzare la coppetta anziché gli assorbenti

Igiene

L’igiene è il motivo principale per cui sempre più donne scelgono la coppetta: essa, infatti, è decisamente più igienica degli assorbenti poiché, utilizzando questi ultimi, per diverse ore la pelle resta a contatto con il sangue. Lo stesso dicasi per i tamponi, che restano a contatto con le pareti vaginali per tanto tempo e causano, spesso, fastidi prolungati e cattivi odori.

La coppetta mestruale, invece, impedisce il contatto prolungato del sangue con la pelle e le pareti vaginali, evitando così la proliferazione batterica: per questo, questo prodotto viene consigliato alle donne che soffrono di infezioni come la candida (o altre micosi ricorrenti) e alle donne allergiche ai materiali con cui sono prodotti gli assorbenti. L’utilizzo della coppetta, inoltre, crea una specie di effetto sottovuoto che evita la formazione di odori sgradevoli, che si possono presentare durante il ciclo mestruale.

Sicurezza

Il consiglio è quello di scegliere coppette mestruali fatte in silicone medicale: questo materiale, infatti, riduce moltissimo il rischio di allergie e garantisce una durata maggiore della coppetta nonché una resistenza maggiore durante le operazioni di sterilizzazione: è necessario, infatti, che la coppetta sia sterilizzata prima del suo utilizzo e alla fine di ogni ciclo mestruale.

Uso facile

Sono molte le donne che pongono domande precise su come si usa la coppetta mestruale, prima di utilizzarle. Bene, diciamo subito che l’uso della coppetta è molto semplice e lo è ancora di più per quelle donne che hanno confidenza con il loro corpo: il rischio di sbagliare le operazioni di inserimento è bassissimo e, dopo le prime volte, azioni come inserimento ed estrazione della coppetta diventeranno pratiche abituali.

Inserire correttamente la coppetta significa trarre beneficio della comodità di cui ogni donna ha bisogno durante il ciclo mestruale, senza dover rinunciare ad attività e pratiche sportive varie.

Risparmio

Altro aspetto importante riguarda il risparmio economico. Se consideriamo che, durante la sua vita, una donna consuma circa 12mila assorbenti e che una sola confezione di assorbenti costa dai 3 ai 6 euro, è evidente come l’utilizzo della coppetta mestruale (utilizzabile per diversi anni), consenta di risparmiare: il prezzo di una coppetta mestruale, infatti, non supera mai i 20 euro.

Impatto ecologico

Ultimo, ma non meno importante, il contributo alla salvaguardia dell’ambiente che una donna può dare utilizzando la coppetta: sappiamo bene, infatti, che gli assorbenti non sono facilmente smaltibili e se consideriamo il numero medio di assorbenti utilizzati nel corso della vita da una donna (12mila circa, senza considerare le confezioni), è facile constatare come la coppetta non gravi sull’ambiente rispetto ad assorbenti e tamponi.

Per concludere

Gli aspetti positivi circa l’utilizzo della coppetta mestruale sono molteplici e speriamo, con questo articolo, di aver convinto alcune di voi a provare questo nuovo e confortevole modo di vivere il ciclo mestruale.

Per domande, consigli e dubbi sull’utilizzo della coppetta, non esitate a contattarci: la dott.ssa Paola Silipo saprà darvi le informazioni di cui avete bisogno.

Torna all'archivio