5 domande e 5 risposte sull'abbronzatura protetta

Bellezza
21 maggio 2015
di

È tempo di pensare alla prossima abbronzatura!

Ecco le risposte alle 5 domande più ricorrenti di chi è particolarmente sensibile all’esposizione solare:

 

1. Metto la crema solare anche più volte durante l’esposizione, perché non mi protegge in maniera efficace?

Lo spettro solare è composto non solo dai raggi UVA e UVB, ma anche dai raggi chiamati Visibili e Infrarossi, che sono particolarmente dannosi per la pelle. Per questo è importante scegliere una soluzione completa con effetto di “Fotoprotezione globale o ad ampio spettro” per proteggersi veramente dai raggi solari e prevenire gli effetti dannosi del sole. I danni causati dal sole sono dovuti ad un’eccessiva e sregolata esposizione e possono essere a breve termine, dopo poche ore o giorni dall’esposizione (scottature, eritemi, dolore, prurito, allergie, macchie) oppure effetti a lungo termine che possono manifestarsi anche dopo mesi o anni (fotoinvecchiamento, cancro della pelle, malattie infiammatorie croniche). Purtroppo i danni del Sole sono cumulativi, la nostra pelle mantiene memoria dei danni subiti durante l'infanzia e l'adolescenza, e ogni eccesso di scottature o imprudenze incrementa il rischio di danni a lungo termine in età adulta.

2. Perché è consigliato usare anche un integratore orale?

Spesso lo strato di crema applicato non è sufficiente per proteggersi in modo completo o l’applicazione non è ripetuta in modo adeguato. Le creme protettive solari perdono efficacia a causa del sudore, dello strofinamento e dei bagni e alcune parti del corpo come la mucosa delle labbra, gli occhi e i capelli non sono protetti. Utilizzare anche un integratore orale serve a offrire un’azione globale dall’azione dei radicali liberi e a prevenire l’insorgere di eritemi, dermatiti e scottature.

3. Perché non posso usare la crema dell’anno precedente?

Il tempo riduce l’efficacia di un solare fino all’80%, in più il flacone già aperto può essere stato contaminato, nel tempo, da microrganismi. Per questo è sconsigliato utilizzare la crema già aperta dell’anno precedente.

4. Perché scegliere un fattore di protezione (SPF) più alto?

Un indice di protezione più elevato assicura la massima tranquillità anche nel caso non si applichi uno strato abbondante di crema e consente un’esposizione più sicura anche alle pelli più sensibili.

5. Esistono creme solari che si assorbono facilmente e non lasciano la pelle unta e pesante?

E’ importante scegliere creme dalla texture leggera e con una buona stendibilità, le creme che si stendono facilmente e vengono assorbite rapidamente offrono una protezione più omogenea ed efficace.

Solari Heliocare

La soluzione per un’abbronzatura sana è data dalla linea di protezione Heliocare 360°: tutti i solari di questa linea offrono protezione contro tutti i tipi di radiazioni solari (UVA, UVB, IR e visibili).

Sono specifici per pelli sensibili e offrono una soluzione ad ogni tipo di pelle: il gel oil free, grazie alla sua consistenza leggerissima, è indicato per pelli lucide e a tendenza acneica (€19,55 anzichè €23 su lapharma.it); il gel morbido per pelle normale o mista; la crema fluida per pelle normale o secca (€19,55 anzichè €23 su lapharma.it); l’airgel è un gel ultraleggero consigliato per le zone pilifere (barba, cuoio capelluto, a €20,40 anzichè €24).

Completano la linea l’airgel ultraleggero per il corpo e il doposole lenitivo ed idratante per rigenerare la pelle dopo l’esposizione.

Associate anche un integratore della linea Heliocare orale e sarete pronti per un’abbronzatura sicura! Scopri tutta la linea Heliocare cliccando qui.

Torna all'archivio