Secchezza vaginale: buone pratiche per curarla

Salute
30 ottobre 2015
di

La secchezza vaginale è spesso un tabù, ma riguarda le donne di ogni età.

Molte di loro ne riconoscono i sintomi, che spesso condizionano anche le abitudini quotidiane, ma raramente li associano a tale problema, non trattandoli nel modo corretto.

Donne e secchezza vaginale: sintomi e cause

I sintomi tipici della secchezza intima sono facilmente individuabili: bruciore e prurito intimo, irritazione e arrossamento, dolore durante i rapporti, minzione dolorosa, insorgenza di microtraumi. Tutto ciò è dovuto ad una alterata idratazione della mucosa vaginale, che può dipendere da svariati motivi.

I sintomi tipici della secchezza vaginale possono presentarsi in particolari condizioni fisiche o in specifici momenti della vita di una donna, ossia:

  • quando sottoposta a una terapia con pillola anticoncezionale;
  • in particolari condizioni di stress o in assenza del ciclo mestruale;
  • prima e durante la menopausa (la riduzione degli estrogeni, infatti, influenza lo stato della mucosa vaginale alterandone la lubrificazione);
  • dopo il parto e durante l’allattamento al seno;
  • durante terapie antitumorali di tipo ormonale, che determinano uno stato di “menopausa chimica”;

Tutte queste condizioni alterano la idratazione e la lubrificazione della mucosa vaginale, causandone secchezza e irritazione e facilitando la formazione di microlesioni dei tessuti (spesso si formano durante i rapporti o durante esami ginecologici invasivi; altre volte, anche senza nessuna causa meccanica ma solo per eccessiva fragilità dei tessuti).

Come curare la secchezza vaginale

È importante affrontare il trattamento non solo andando ad alleviare i sintomi ma agendo sulla causa del fastidio e cercando di ripristinare il corretto grado di idratazione dei tessuti.

Iniziamo con alcune buone abitudini per alleviare i sintomi della secchezza vaginale:

  • scegliere biancheria intima di fibre naturali (per esempio il cotone);
  • evitare biancheria intima o pantaloni particolarmente aderenti;
  • lavare gli indumenti con prodotti igienici, antiallergici e non profumati (evitare l’uso di ammorbidenti nel lavare la biancheria intima);
  • usare detergenti intimi non aggressivi;
  • evitare l’uso di assorbenti, tamponi e carta igienica profumati;
  • evitare di fumare (il fumo riduce l’afflusso di sangue nell’area genitale e danneggia la funzionalità delle cellule);
  • mantenere un corretto apporto di acqua;
  • evitare le diete troppo drastiche (anche i grassi sono importanti per il giusto equilibrio ormonale ed è importante assumerli in giusta quantità);
  • assumere alimenti ricchi di vitamine (in particolare C ed E, poiché partecipano alla formazione dei tessuti);
  • assumere con cautela alcuni farmaci come antistaminici e antidepressivi, poiché possono causare secchezza vaginale.

Se il problema persiste…

Se avete seguito alla lettera i consigli precedenti ma continuate ad avvertire il problema, esistono diversi prodotti che possono risolverlo. Alle mie clienti, io ne consiglio soprattutto due, grandi alleati delle donne nella lotta alla secchezza vaginale: sto parlando di Hyalo Gyn gel e HyaloGyn lavanda vaginale idratante.

Conosciamoli meglio.

Hyalo Gyn gel

Hyalo Gyn gel è un gel lubrificante idratante vaginale a base di acido ialuronico.

Offre un’idratazione prolungata in caso di secchezza vaginale e aiuta la guarigione di microlesioni da attrito della mucosa vaginale. È sufficiente una applicazione ogni tre giorni per alleviare il prurito intimo esterno e interno.

Hyalo Gyn gel è un lubrificante a base acquosa quindi compatibile anche con l’uso del preservativo e con la coppetta mestruale.

Hyalo Gyn lavanda vaginale idratante

Hyalo Gyn lavanda vaginale idratante è ideale per trattare e prevenire di disturbi legati alla secchezza intima. Ha una formula delicata, senza tensioattivi né parabeni: per questo motivo, può essere usata anche nel post partum e in allattamento.

Hyalo Gyn per secchezza vaginale

Per concludere

Amiche, non abbiate il timore di affrontare la secchezza vaginale: è un problema più diffuso di quello che credete e con i consigli elencati in precedenza sarete in grado di sconfiggerlo senza affanni.

Se avete bisogno di un consiglio sull’utilizzo dei due prodotti indicati per curare la secchezza vaginale o se avete domande e curiosità in merito, potete contattarmi via e-mail scrivendo all’indirizzo paola@lapharma.it.

Torna all'archivio