L’importanza dell’equilibrio acido base nel nostro organismo

Salute
28 gennaio 2016
di

Uno degli aspetti inerenti alla cura del benessere a cui, colpevolmente, si presta poca attenzione è senza dubbio l’equilibrio acido base, indispensabile per l'omeostasi dell'organismo e per il mantenimento del benessere fisico.

La situazione di acidosi è una condizione molto frequente e si verifica quando il pH dell’organismo scende a valori inferiori a 7,38. Ciò interessa diverse tipologie di persone che, per svariati motivi, presentano un alterato equilibrio acido-base nell’organismo:

  • sportivi che seguono diete restrittive e ricche di proteine;
  • persone che soffrono di stress;
  • fumatori;
  • persone che assumono troppi integratori proteici o amminoacidici;
  • persone che bevono troppo caffè
  • persone che soffrono di malattie croniche di tipo infiammatorio (psoriasi, gotta, malattie reumatiche);
  • persone che soffrono di malattie ossee come l’osteoporosi;
  • persone over 60;
  • persone con stile di vita scorretto (fumo, alcool, vita sedentaria).

In condizioni fisiologiche, il nostro corpo controlla in autonomia il valore del pH, facendo di tutto per evitare sbalzi e variazioni che possono generare un cambiamento strutturale delle proteine, rendendole inutili e comportando grossi rischi sia per il sistema nervoso (con stati confusionali, coma e in alcuni casi anche il decesso) e sia per il cuore (potrebbe essere influenzata la concentrazione di potassio, fondamentale per il funzionamento di tale organo e per il mantenimento dei corretti valori di pressione arteriosa), causando anche anomalie cardiache come aritmie. Ecco perché è molto importante controllare l’equilibrio acido base nel nostro organismo ed ecco perché voglio indicarvi alcuni modi per preservarlo.

Come mantenere l’equilibrio acido-base

Oltre a un’alimentazione sana ed equilibrata, per mantenere l’equilibrio acido base nell’organismo può essere l’utile assumere integratori alimentari adatti allo scopo.

Questo tipo di integratori è solitamente composto da un mix di sostanze minerali (magnesio, potassio, zinco citrato, calcio e selenio) e vegetali (ortica, carota, bamboo, finocchio e altri elementi) che forniscono substrati importanti alle cellule per il loro corretto funzionamento e per contrastare i processi infiammatori e degenerativi

L’assunzione di un integratore del genere, come per esempio Guna Basic Bustine, non solo è indicato per il trattamento e la cura di stati infiammatori gravi come la psoriasi, ma aiuta anche a migliorare l’apparato locomotore attraverso la diminuzione di crampi muscolari e dolori che spesso interessano le articolazioni.

Assumere un integratore alimentare, in alcuni casi, significa anche ottenere sin da subito miglioramenti della digestione e, col passare del tempo, risolvere fastidiosi problemi come alitosi e patologie dentarie varie. O, ancora, deficit immunitari, infiammazioni dell’apparato genitale, urinario e intestinale.

È consigliato un trattamento con Guna Basic per 15 giorni al mese per almeno 2 mesi: già dopo le prime dosi, noterete una diminuzione della stanchezza e dell’irritabilità ma anche di mal di testa e insonnia. Guna Basic consente un miglioramento a livello cutaneo, in particolare in caso di psoriasi, seborrea, dermatite atopica.

Conclusioni

Benché un integratore per l’equilibrio acido-base possa rappresentare una soluzione adeguata in molti casi, una sana alimentazione è senza dubbio la scelta migliore che possiamo fare per il benessere del nostro organismo.

Questo tipo di integratore per il controllo dell’equilibrio acido base dell’organismo può risultare utile nel trattamento di svariati disturbi o patologie: vi consiglio di affidarvi al parere di un medico o del vostro farmacista per avere la giusta terapia.

 

Torna all'archivio