Come eliminare i pidocchi dai bambini

Salute
04 febbraio 2016
di

Pidocchi, lo spauracchio di molte mamme. I bambini, infatti, vengono talvolta infestati da questi insetti che provocano imbarazzo e, soprattutto, fastidio e prurito: si diffondono molto facilmente poiché è molto semplice, per loro, saltare da una testa all’altra in luoghi come scuole e asili, dove la presenza anche solo di un bambino con i pidocchi può causarne una diffusione veloce.

Le mamme più apprensive possono stare tranquille: i pidocchi non sono sinonimo di cattiva igiene e, soprattutto, possono essere cacciati dalla testa dei bambini adottando delle semplici accortezze. Esistono diversi tipi di spray, schiume, shampoo e lozioni per la prevenzione o per debellare questi ospiti indesiderati dalla testa dei nostri bambini.

In particolare, in commercio esistono prodotti di origine vegetale, che non contengono agenti chimici né coloranti o conservanti che possono risultare nocivi alla salute o alla pelle delicata dei più piccoli.

Come sono i pidocchi e come combatterli

Ma come sono fatti questi piccoli nemici dei nostri bambini?

I pidocchi sono degli insetti di dimensioni molto ridotte (3-4 mm di grandezza), di colore chiaro nei primi giorni di vita per poi oscurarsi entro 10 giorni. Sono molto veloci ed è proprio questa caratteristica, fra le altre, che consente loro di diffondersi da bambino a bambino con una certa rapidità.

Pidocchio

Come sono le uova di pidocchi e come eliminarle

Spesso e volentieri, sono le uova di pidocchi (chiamate lendini) a essere notate per prima, anche se le loro dimensioni sono inferiori rispetto a quelle di un pidocchio già formato. Le uova possono avere un colore chiaro o scuro, con una lunghezza di circa 1 mm. Vengono deposte nei primi centimetri del capello ed è lì che deve essere effettuata la ricerca.

Uova di pidocchi

Come verificare la presenza di pidocchi e lendini

Per verificare la presenza di pidocchi, occorre fare in modo che i bambini stiano fermi, per controllare i capelli in modo approfondito: se vi sono pidocchi, li vedrete muoversi (se sono di grandezza media) oppure, se sono più piccoli, dovrete continuare la minuziosa ricerca. È sempre opportuno, comunque, munirsi di una lente di ingrandimentoe dell’apposito pettinino a denti stretti, due oggetti che vi aiuteranno a individuarli ed eliminarli più rapidamente. Spesso i prodotti anti pidocchi in commercio hanno in dotazione il pettinino munito di lente d’ingrandimento.

Per quanto riguarda le lendini, è opportuno controllare la testa sotto una luce diretta, poiché le uova di pidocchi sono leggermente lucenti e ciò ne facilita l’individuazione. Consiglio anche di bagnare i capelli del bambino e dividerli a zone con alcune mollette. Fatto ciò, dovrete passare il pettine fra i capelli. Anche un balsamo o una schiuma antipediculosi, da applicare sul capello asciutto, facilita l’individuazione delle uova ma anche degli stessi pidocchi, poiché vengono storditi da tali sostanze.

Una volta verificata la presenza di pidocchi o delle loro uova sulla testa del bambino, sarebbe opportuno tenere il piccolo lontano dai suoi coetanei: evitate di mandarlo a scuola e, in quello stesso giorno, iniziate il trattamento anti pidocchi, che consentirà al bambino di tornare in aula fra i suoi compagni di scuola o di asilo già nel giorno seguente, senza il rischio di diffondere i pidocchi.

Per correttezza e per evitare che l’intera classe sia soggetta alla diffusione di pidocchi, è sempre utile avvertire maestri e maestre ma anche i genitori degli altri bambini, in modo da adottare tutte le misure del caso ed evitare una diffusione veloce in tutta la scuola.

Le stesse accortezze devono essere prese dai membri della famiglia del bambino, soprattutto per quanto riguarda fratellini e sorelline: controllate accuratamente le loro teste e, se vi accorgete della presenza di pidocchi, effettuate lo stesso trattamento adottato per il primo bambino. Inoltre, vanno controllati per bene oggetti come cuscini, tappeti, peluche e tutti quegli accessori in cui i pidocchi possono nascondersi facilmente.

Per sicurezza, lavare tutto in lavatrice a 60°.

Rimedi contro i pidocchi

I rimedi contro i pidocchi sono diversi e riguardano soprattutto l’utilizzo di spray, schiume, shampoo e lozioni a base di prodotti vegetali, senza agenti chimici e sicuri per la salute dei più piccoli. Utilissimi anche gli oli essenziali di lavanda e tea tree, famosi per le loro proprietà antibatteriche e antisettiche e per l’odore intenso che indebolisce i pidocchi, stordendoli e debellandoli.

Come prevenire i pidocchi e come eliminarli

Vi suggerisco i due prodotti che rappresentano ottimi rimedi naturali contro i pidocchi, sia per la prevenzione che per la loro eliminazione: si tratta dello spray preventivo Puressentiel SOS Pidocchi e di Puressentiel Lozione anti pidocchi (con pettine per pidocchi già inserito nella confezione).

Mentre lo spray preventivo viene usato appunto per la prevenzione della diffusione di pidocchi, la lozione interviene a infestazione avvenuta, agendo in modo veloce e debellando l’invasione di questi piccoli e fastidiosi insetti.

Lo spray preventivo va usato tutti i giorni, ne bastano 1-2 spruzzi all’attaccatura dei capelli, non ha un odore sgradevole per noi ma risulta sgradevole ai pidocchi e riesce a tenerli lontani.

La lozione costituisce un vero e proprio trattamento contro lendini e pidocchi: è un prodotto naturale e senza pietrine, quindi può essere usato in tutta tranquillità anche sui più piccoli. Va applicata sui capelli umidi, lasciata agire per 10minuti quindi risciacquata. Il trattamento va ripetuto dopo 8 giorni per eliminare eventuali pidocchi residui.

L’utilizzo di spray e lozioni per combattere i pidocchi è il metodo più adottato dalle mamme, ma un altro ottimo rimedio contro questi insetti è senza dubbio l’uso di due oli essenziali come l’olio di tea tree e quello di lavanda. Il perché è presto detto: questi due oli essenziali sono caratterizzati da un odore intenso, fastidioso per tutti gli insetti. Basta mescolare 2 gocce di olio essenziale con un altro elemento (per esempio con acqua o uno spray per capelli) e applicare il miscuglio all’attaccatura dei capelli (per evitare, come vi ho già spiegato in un precedente articolo, reazioni avverse gli oli essenziali non vanno mai usati in purezza sulla pelle).

Se avete bisogno di ulteriori chiarimenti o di suggerimenti specifici su come prevenire o come eliminare i pidocchi, non esitate a contattarmi.

 

Torna all'archivio